PADI_logo_Hor_Rev_Trap_4C Centro PADI Roma Five Stars S-799448
Tuttisub  INFOLINE 
Le meravigliose, calme, trasparenti acque, le vivaci barriere coralline con nuvole di pesci colorati, grandiose ramificazioni di coralli, alcionari dai colori fluo, offrono le condizioni ideali per scoprire ed esplorare il mondo sottomarino dell’Egitto: il Mar Rosso. Figura 1: Vista aerea della costa egiziana – Foto di Irene Lo Cicero Vaina È prevalentemente possibile godere di un’ottima visibilità, i numerosi punti di immersione presenti da nord a sud, sono interessanti ed accessibili a tutti i tipi di brevetti per ricreativi, tecnici e di addestramento e vari livelli d’esperienza. Le acque dalle infinite sfumature dal turchese al blu rubino dei reef…
Ogni anno, l’8 e il 16 giugno, vengono celebrate rispettivamente la Giornata Mondiale degli Oceani e la Giornata Mondiale delle Tartarughe. Entrambe costituiscono un'opportunità per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza degli oceani per il nostro pianeta e per promuovere la conservazione delle tartarughe marine. In questo articolo, esploreremo cinque concetti chiave su cui basare il nostro impegno per preservare gli oceani e proteggere queste affascinanti creature.1. L'IMPORTANZA DEGLI OCEANI PER LA NOSTRA SOPRAVVIVENZAGli oceani ricoprono oltre il 70% della superficie terrestre e svolgono un ruolo vitale nella regolazione del clima globale, nella produzione di ossigeno, nella fornitura di cibo e nella…
L’interesse crescente verso l’ambiente marino ha portato ad un incremento di attività ricreative come le immersioni subacquee. Dal 2016 si registrano circa un milione di certificazioni ogni anno! L’attività subacquea ricreativa rappresenta una grande fonte di reddito, supporta le comunità locali e promuove pratiche di gestione e conservazione degli ambienti marini; tuttavia, può rappresentare anche una causa di impatto in località sovrasfruttate. I subacquei possono accidentalmente danneggiare, ad esempio, gli organismi che vivono sul fondale, in maniera diretta ed indiretta. Figura 1: Una stella marina su fondale roccioso. Per quanto riguarda le Aree Marine Protette (AMP), nonostante il loro ruolo…
Quando la parola “spiaggia” viene pronunciata, la maggior parte delle persone pensa immediatamente all’estate, agli stabilimenti, alle cene e agli aperitivi lungomare, all’abbronzatura… Ma la spiaggia è solo questo? La risposta -che dovrebbe essere ovvia- è no! La spiaggia rappresenta, infatti, in qualsiasi periodo dell’anno un luogo magico che offre una grande varietà di tesori naturali, dalle conchiglie lungo la battigia alle numerose piante della duna. UN AMBIENTE DI TRANSIIZIONE La spiaggia rappresenta un ambiente di transizione tra quello marino e quello terreste straordinariamente ricco di biodiversità, ossia di diversità di esseri viventi (animali, piante, funghi e batteri). Nonostante, infatti,…
Il Mar Mediterraneo è un bacino unico, caratterizzato da una incredibile biodiversità e dalla presenza di numerosi endemismi, cioè di specie che non vivono in nessun altro luogo al mondo. Tra le numerose specie endemiche del nostro mare vi è un mollusco davvero speciale, il più grande bivalve del Mare Nostrum: la Pinna nobilis. Figura 1: Misurazione delle dimensioni della nacchera di mare. Comunemente chiamata nacchera, pinna comune, cozza penna o stura, la Pinna nobilis (Linneaus 1758) è, infatti, uno dei più grandi molluschi bivalvi del mondo e ha una vita che può raggiungere o superare addirittura i 23 anni!…
Ciascuno di noi può giocare un ruolo importante nella tutela e conservazione dell’ambiente che ci circonda. In che modo vi starete chiedendo? Ad esempio partecipando attivamente a progetti di Citizen Science. Vediamo dunque di cosa si tratta. DEFINIZIONE La Citizen Science o “scienza del cittadino” è il coinvolgimento di cittadini volontari in attività di ricerca scientifica. Come tale ha dunque il potenziale per riunire gli scienziati, i decisori politici e la società nel suo insieme in modo efficace. Attraverso la Citizen Science, tutte le persone possono partecipare a molte delle fasi del processo scientifico, dalla progettazione della domanda di ricerca,…
Lo scarico delle acque di zavorra, le migrazioni spontanee attraverso gli stretti di Suez e Gibilterra, l’acquacoltura e l’acquariofilia sono tra le cause principali della diffusione di specie aliene nel mar Mediterraneo. Ma che si intende per specie aliena? DEFINIZIONE DI "SPECIE ALIENA" Le specie aliene o NIS (Non Indigenous Species), dette anche “alloctone” o “esotiche”, sono specie sia animali che vegetali introdotte dall’uomo, volontariamente o involontariamente, in zone al di fuori del loro areale di distribuzione originario. Per chiarezza, viene definito “areale di distribuzione” di una specie la porzione di spazio geografico dove una specie è naturalmente distribuita. Figura…
Sebbene l’inquinamento (termico, chimico, da petrolio, acustico ecc.) provochi enormi danni all’ecosistema marino-costiero, a minacciare oggi l’integrità del litorale italiano è soprattutto la cementificazione delle coste. LA SITUAZIONE ATTUALE: 1) LE SPIAGGE Figura 1: Differenze negli anni del grado di urbanizzazione della foce del Basento (Pellicani et al., 2020). Dall’ultimo aggiornamento della banca dati “Linea di costa italiana 2020”, pubblicato lo scorso 22 maggio dall’ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), emerge purtroppo un quadro preoccupante: nel corso degli ultimi 20 anni sono stati persi in media ben 5 Km di costa ogni anno a causa della…
Il riscaldamento globale, responsabile in tutto il mondo di fenomeni come la desertificazione dei suoli, lo scioglimento dei ghiacciai e l’aumento di eventi meteorologici estremi, è particolarmente intenso nel mar Mediterraneo. Ma di che si tratta e quali sono le conseguenze di un mare più caldo? GLOBAL WARMING: UN FENOMENO GLOBALE Con il termine Global Warming (letteralmente “riscaldamento globale”) ci si riferisce all’aumento della temperatura media globale terrestre, che è salita di circa un grado centigrado nell’ultimo secolo. Nonostante questa crescita non sia nulla se confrontata alle variazioni di temperatura avvenute in passato sulla Terra (pensate che 50 milioni di…
Spesso si usa il termine "polipo" come sinonimo di polpo. In realtà i due termini indicano due animali completamente diversi! E non si tratta solo di una vocale... Vediamo dunque di cosa stiamo parlando. IL POLPO COMUNE Il polpo è un mollusco cefalopode. Il suo nome scientifico è Octopus vulgaris, che significa “ottopode comune”: otto sono, infatti, le sue lunghe estremità dette braccia. Un altro termine che spesso viene impropriamente utilizzato per riferirsi al polpo è il termine “piovra” che serve per indicare gli esemplari più grandi del polpo che comunemente si avvistano durante le immersioni e che possono raggiungere…
Pagina 1 di 3
Con l'uso di questo sito, si accetta il nostro utilizzo dei cookie.
NON raccogliamo dati di proliferazione a fini promozionali.